mercoledì 22 settembre 2010

L'oasi di Ghadames

In un giorno lontano del VII secolo a. C. il conquistatore Sidi Ocba Nafa viaggiava attraverso il "Grande Nulla" ormai privo di acqua e di speranze. In un punto sperduto al confine tra le attuali Libia, Algeria e Tunisia, la sua giumenta si imbizzarrì e batté disperata gli zoccoli sulla sabbia. Avvenne il miracolo: il liquido più prezioso d'Africa prese a sgorgare limpido dal suolo del Sahara.
Con questa leggenda nasce il mito di Ghadames, la perla del deserto, l'oasi più celebre d'Africa che sorge proprio intorno ad una sorgente visibile ancora oggi; "Ain el Faras", in libico: la sorgente della giumenta.

Ghadames rappresentava un tempo la prima o l’ultima tappa per le carovane che attraversavano il deserto. Cinta da mura, la città vecchia, è considerata un vero capolavoro di edilizia ed è sotto la tutela dell’UNESCO, che l’ha restaurata. La sua bellezza deriva, oltre che dal florido palmeto che si insinua dentro all'abitato e a cui si devono i migliori datteri libici, alla peculiarità urbanistica della medina. Nei vicoli coperti regna l’ombra e la frescura, anche quando la temperatura esterna si avvicina d’estate ai 50 gradi. Le sette porte d'accesso, che venivano chiuse al tramonto, dividono la città in sette quartieri ognuno autonomo con propri pozzi, piazze, mercati, moschee e madrase raccordati da un labirinto di stradine coperte e non, dove l'ombra e i percorsi tortuosi consentono la circolazione dell'aria fresca, ma non quella della sabbia durante le tempeste. Le case piene di nicchie, scale incrociate e dipinti naif gialli, verdi e rossi che abbelliscono le pareti, sono costruite interamente con fango e ricoperte di calce bianca. I tetti terminano con terrazze che unite le une alle altre, formano un percorso utilizzato unicamente dalle donne per spostarsi da una casa o da una zona all'altra. (pagina video)

Condividi l' articolo su Facebook

4 commenti:

Claudio Cerri ha detto...

Molto bella!

najim ha detto...

*_____* grazie...
ci sono posti di cui a volte non si sa neppure l'esistenza che sono veramente bellissimi...
ciao Claudio
Najim

Nexso ha detto...

Ciao, dando una sbirciata al tuo blog ho notato che non parli di filosofia araba nè di misticismo (sufismo). Sono 2 temi molto interessanti. Perchè non ne parli? :) Ci sarebbero anche i culti preislamici (Mazdeismo)...

najim ha detto...

*____* ciao Nexso
si, hai ragione, sono temi molto interessanti, ma anche un pò complessi ed il mio blog vuol essere una pagina semplice che si legge facilmente...Sul sufismo sto preparando qualcosa che segua questa mia linea,comunque alcune poesie e storie le puoi trovare nell'altro mio blog http://teallamenta.splinder.com/
grazie per il commento
Najim