mercoledì 11 agosto 2010

I pilastri dell’islam (Arkan – al Islam)



Cinque sono i pilastri, i cosiddetti Arkan, su cui poggia la fede islamica. Sono i doveri fondamentali che tutti i fedeli, una volta raggiunta la maturità e se in buone condizioni fisiche, sono tenuti a rispettare.
Professione di fede ( shahada)
E’ la testimonianza con cui il fedele musulmano dichiara di credere in un Dio Unico e nella missione profetica di Maometto. “ La ilaha illa Allah wa Mohammad Rasul Allah”
“Non vi è altro Dio all’infuori di Dio e Maometto è il suo Profeta”
Per convertirsi all’Islam è sufficiente recitare questa professione di fede davanti a testimoni musulmani. La stessa che deve essere pronunciata prima della preghiera rituale.
La preghiera (salat )
Va recitata cinque volte al giorno:
Al mattino (al-sobh)
A mezzogiorno (al-zuhr)
A metà pomeriggio (al-asr)
Al tramonto (al-maghrib)
Un'ora e mezza dopo il tramonto (al-isha)
Durante il rito ci si deve rivolgere verso la Mecca. Ogni preghiera è regolata da un codice che indica la successione della liturgia, la sequenza delle posizioni e l’abbigliamento richiesto. Le donne possono lasciare scoperto solo il viso e le mani. Prima di recitare la preghiera è necessario compiere l’abluzione purificatrice: ci si lava il volto, le mani e gli avambracci fino ai gomiti, si strofina le mani umide sulla testa e, infine ci si lava i piedi.
L’elemosina (zakat)
L’obbligo di elemosina ai bisognosi è un’estensione del dovere di ospitalità. Fino a quando Maometto era vivo, l’elemosina era volontaria, poi è diventata una vera e propria tassa religiosa sul patrimonio, in gran parte, però già compresa nei tributi statali.
Il digiuno ( sawan )
Durante il mese di Ramadan è vietato mangiare, bere e avere rapporti sessuali dall’alba al tramonto.Il Corano dispensa dal digiuno i viaggiatori, gli ammalati e le donne in gravidanza.
Il pellegrinaggio ( hajj )
Quello alla Mecca è d’obbligo almeno una volta nella vita per tutti i musulmani che ne abbiano la possibilità. Insieme al digiuno è l’arkan più conosciuto al mondo non musulmano. Sono esonerati i viaggiatori, gli ammalati e le donne in gravidanza.

Ramadan Mubarak
Felice Ramadan a tutti i musulmani

Condividi l' articolo su Facebook

Nessun commento: