venerdì 1 gennaio 2010

Il dromedario..."la nave del deserto"



Il dromedario, la specie di cammello con una sola gobba, originario dell’Arabia è diffuso in tutta l’Africa del Nord, in India e nell’Asia Minore. Grazie alle sue qualità eccezionali, leggendaria la resistenza al caldo e alla sete, si è guadagnato il titolo di “nave del deserto”. Viaggiatore instancabile, questo animale può oltrepassare i tre metri d’altezza e vivere fino a venticinque anni. Quando è disidratato la gobba diminuisce di volume man mano che si esauriscono le riserve di grasso. Ci vogliono cento litri d’acqua, che può bere in 10 minuti, per dissetarlo dopo una settimana d’astinenza. Si nutre di piante molto succose, ma in loro assenza, durante l’inverno, si accontenta di nutrirsi di piante pungenti senza curarsi delle spine. Per assimilare tutte le sostanze presenti negli alimenti, il dromedario mastica il cibo 40-50 volte.
L’adattamento agli ambienti desertici, si riflette in diverse particolarità come la chiusura ermetica delle narici durante le tempeste di sabbia e la doppia fila di ciglia. Con la lana del manto si tessono i pesanti mantelli chiamati burnous e la carne ha qualità nutritive apprezzate.

Condividi l' articolo su Facebook

4 commenti:

Claudio Cerri ha detto...

Un animale davvero speciale oltre che essere simpatico!

najim ha detto...

ciao Claudio,
verissimo....da questo animale dipende la sopravvivenza delle tribù nomadi del deserto....quindi è davvero molto speciale...ed in quanto a simpatia...è unico!!!!
Najim

Giù ha detto...

Impresionante, 100 litri in 10 minuti!!! Che ridere, il dromedario, è davvero un animale incredibile.

najim ha detto...

altrochè!!! se si pensa poi che mangiano anche le spine come se niente fosse!!!!!
ciao Giù....
Najim