venerdì 30 ottobre 2009

La musica gnawa


Gli Gnawa (con grafia francese, Gnaoua) costituiscono un gruppo etnico presente in Marocco e in altre zone del Nordafrica. Sono discendenti di quegli africani che furono portati, secoli fa, come schiavi dai paesi dell’Africa occidentale attraverso il deserto del Sahara. La musica gnawa è una delle musiche più primitive del continente africano, è molto ipnotica e capace di indurre uno stato di trance, grazie a suoni bassi e ritmati del "goumbri", una chitarra a tre corde, del qraqb (strumento a percussioni simile alle nacchere) e del battito delle mani che creano impetuose onde ritmiche. Musica e danza vengono impiegate per evocare forze spirituali capaci di estirpare il male, curare malattie della psiche o guarire punture di scorpioni. Con il tempo, la musica gnawa ha cominciato a destare interesse anche al di fuori della società tradizionale ed è salita alla ribalta internazionale. Suonatori gnawa si esibiscono ora anche in collaborazione con musicisti di origine non nordafricana, come Bill Laswell, Adam Rudolph e Randy Weston. Alcuni tradizionalisti sono scettici riguardo a questa mescolanza di un genere sacro con musiche dagli scopi più marcatamente commerciali. Un’occasione unica per ascoltare la suggestive sonorità della musica Gnawa è il “Gnawa world music festival” che si svolge ogni anno, la terza settimana di giugno ad Essaouira ed è uno dei festival più attesi in Marocco.


Condividi l' articolo su Facebook

2 commenti:

Giù ha detto...

Che bellezza!!! Magari poter andare in Marocco per questo festival...
Adoro la musica tradizionale in generale, e questa sembra avere origini davvero affascinanti. Grazie della segalazione!

najim ha detto...

ciao Giù,
ho letto che questo festival attira davvero molta gente proprio per la particolarità della musica...deve essere un'esperienza molto interessante...peccato che non sia un pò più a "portata di mano"...
Buona serata
Najim