giovedì 3 maggio 2012

Porte e campanelli

In Marocco, le porte rivestono una notevole importanza in quanto devono proteggere la vita privata di una famiglia dal mondo esterno. Soprattutto nelle vecchie case della medina si trovano grandi e pesanti porte di legno. Sono generalmente costituite da un pannello singolo o doppio di legno di quercia, di mandorlo, di pioppo, di noce o cedro e poi minuziosamente decorate con xilografie, forme geometriche o sono ornate con motivi incisi e dipinti. L’osso di cammello è usato di frequente in queste decorazioni artigianali. 
Al posto dei campanelli si usano batacchi in ferro di diversa forma, posizionati al centro della porta. Il batacchio più utilizzato ha la forma di una piccola mano, la mano di Fatima, e non serve solo come campanello ma anche come simbolo contro il malocchio.
Curiosità
Nelle vecchie città iraniane, le porte avevano due batacchi, uno per le donne e uno per gli uomini. Le diverse forme producevano suoni diversi e così chi era in casa capiva chi stesse bussando e di conseguenza chi dovesse aprire la porta. Questa era una questione di vitale importanza in quanto le donne non dovevano mai mostrarsi agli sguardi maschili, soprattutto se non velate.

batacchio per uomini                                               batacchio per donne

Condividi l' articolo su Facebook